Alluminio 5083-T651 (Peraluman)

(Peraluman, AlMg4.5Mn0.7, 3.3547, N8, A95083)

Eccellenti caratteristiche di resistenza a ossidazione e corrosione.

Ottima tenacità a temperatura ambiente e a basse temperature.

Utilizzo: applicazioni criogeniche, pezzi meccanici vari, attrezzature meccaniche che non richiedono valori meccanici statici elevati ma buona resistenza a fatica.

Metallo morbido, formato max 460x460x400 mm

da 2,00 centesimi al cm3

Il principale elemento di questa lega è il Magnesio, che conferisce doti particolari di resistenza alla corrosione, oltre a buona resistenza a caldo ed ottime doti di duttilità e lavorabilità.

In genere non richiede trattamento termico di invecchiamento e presenta buona saldabilità per fusione. Il Magnesio mostra una buona solubilità nell’alluminio (seconda solo allo zinco) e, per questo, leghe con concentrazioni minori del 7% non mostrano una apprezzabile precipitazione (tuttavia se sono presenti altri elementi questa percentuale diminuisce), ma è possibile comunque ottenere un discreto effetto indurente tramite la lavorazione a freddo, visto che il Magnesio permette di conservare un’ottima duttilità; infatti si tratta di leghe da incrudimento le cui caratteristiche meccaniche possono essere aumentate mediante laminazione a freddo, mentre non si possono aumentare mediante trattamento termico; le caratteristiche meccaniche sono in generale inferiori a quelle delle leghe della serie 2XXX.

Il Magnesio fornisce inoltre un’eccellente resistenza alla corrosione e una buona saldabilità: queste caratteristiche vengono sfruttate nella costruzione delle carrozzerie in Alluminio. La resistenza alla corrosione è elevata, anche in ambiente marino.



^ Bettonte,Cologna,Comperatore,Guido,Scienza, L’Alluminio e le sue leghe, Università degli Studi di Trento, 2002